A seguire è riportata una sintesi dei service più importanti che il nostro Club ha realizzato dalla data della sua fondazione.

Service continuativi o comunque dell’anno corrente a favore dei giovani:

Polisportiva “Sole” Brianza Olympics

Borse Studio

Scuola di Sakalalina

Bambini di Chernobyl

Adozioni a distanza

Progetti Rotary per i giovani

Eargames

Amici del CAM - Ricercare per fare

Snodo Handicap Monza Centro – Difficoltà di apprendimento

 

Altri service continuativi o comunque dell’anno corrente:

Pozzi in Africa

Giornata dell’anziano

ARM (Aids Rotary Monza)

Brianza per il cuore

Recupero delle chiuse dell’Adda

 

Service del passato:

La Carta dei Doveri Umani

Rappresentazione teatrale “Truffe agli anziani”

Fornitura di 45 radio ricetrasmittenti ai Vigili del Fuoco volontari di Lissone

Ripristino di divani e poltrone della Casa di Riposo di Lissone

Bimbi orfani di guerra in Azerbaijan

Restauro due quadri Chiesa Prepositurale di Lissone e della teca gonfalone Duomo di Monza

Restauro oratorio San Carlo in Lissone

Scuola-Bottega

Disabilità : sostegno all’Associazione Stefania

Reparto di cardiochirurgia - Ospedale S.Gerardo di Monza

 

Se sei interessato a contribuire alla realizzazione dei nostri progetti, contattaci o partecipa al Jasmine Fund.


polisportiva

Polisportiva “Sole” Brianza Olympics

Obiettivo del progetto è fornire, a persone con disabilità fisico – intellettive, continue opportunità di sviluppo fisico e psichico, facendo loro dimostrare coraggio, capacità, e fornendo motivi nuovi per gioire insieme alle famiglie, agli amici ed a tutta la comunità. Il fine ultimo è quello di dare, alle persone disabili, la possibilità di diventare cittadini utili alla società e quindi accettati, apprezzati, e rispettati dall’intera comunità, partendo dalla squadra sportiva, espressione di diretta integrazione sociale con individui normodotati. Il perseguimento di tale obiettivo, parte dalla creazione di squadre sportive in ogni disciplina, per promuovere gli allenamenti e la pratica sportiva.

I Rotay Club del Gruppo Monza Brianza, unendo le forze e condividendo il know how con l’Associazione Stefania (già operante nell’ambito degli Special Olimpics) e con il Fondo Alessandra, nel A.R. 2010/2011 hanno fondato la Polisportiva “Sole”.  L’Associazione Stefania gestisce l’organizzazione e la selezione degli atleti e degli allenatori per la formazione e creazione delle squadre sportive mentre le Associazioni Sportive (Forti e Liberi Monza – Gal Lissone) si impegnano a mettere a disposizione della Polisportiva infrastrutture/attrezzature necessarie alla realizzazione del progetto.  La criticità di questo service è individuare le risorse, in termini di uomini e loro specializzazioni. Trattandosi di professionisti, come ad esempio i medici che devono essere sempre presenti alle manifestazioni agonistiche, l’attività di pianificazione è particolarmente importante e delicata.

Il nostro Presidente promotore del service è stato Donato Rosato ed il socio di riferimento per il progetto è Alberto Rohr.

[ritorna all’indice]

borsestudio

Borse Studio

E’ un service che nasce nell’A.R. 1997/1998 con l’obiettivo di contrastare il problema del disagio giovanile e di limitare il numero dei ragazzi che – indipendentemente dalla propria volontà e attitudine allo studio – per motivi riconducibili a condizioni economiche e ad altre necessità della famiglia, erano costretti a lasciare gli studi dopo la scuola dell’obbligo.

Il service, che negli anni ha dato ottimi risultati, consiste: a) nella fornitura di libri e materiali di uso scolastico; b) nel sostegno per le materie di studio dove, nel corso dell’anno, si renda necessario l’ausilio di un insegnante di supporto.

Fino all’A.R. 2010/2011 il nostro Club ha seguito e finanziato il percorso scolastico di ben 37 giovani, portati tutti alla maturità.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Achille Conti.

[ritorna all’indice]


sakalalina

Scuola di Sakalalina

Consiste nella prosecuzione e mantenimento del service ideato e realizzato nell’A.R. 2005/2006, che a turnazione da a ben 1500 bambini di età compresa tra i 6 e 10 anni di Sakalalina (Madagascar) la possibilità di frequentare la scuola. Il nostro Club aveva finanziato la completa realizzazione dell’edificio scolastico.

Attualmente la scuola viene frequentata anche da persone adulte prive di scolarizzazione.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Achille Conti.

[ritorna all’indice]


cherno

Bambini di Chernobyl

Il service consiste nel contributo all’Associazione “Aiutiamoli a Vivere”, Delegazione di Lissone, che organizza e finanzia dei viaggi di “recupero salutare” per bambini della Bielorussia colpiti dal disastro radioattivo di Chernobyl.

Ai bambini, una trentina in media, vengono ospitati da famiglie di Lissone e viene offerta loro una vacanza di un mese nel nostro Paese.

In nostro impegno è di lunga data, dall’A.R.2005-2006, ed il nostro socio di riferimento per il progetto è Achille Conti.

Nell’A.R.2008-2009, anno di presidenza di Franco Almerico, il nostro club ha partecipato finanziariamente al progetto “Un letto per sognare”, promosso dall’associazione “Forum per i Diritti dei Bambini di Chernobyl” Onlus, per la fornitura di 120 letti per i ragazzi dell’Internato di Belinyci.

La sostituzione dei vecchissimi letti dei ragazzi orfani naturali o sociali provenienti dagli Internati della Repubblica di Bielorussia, che si trovano nelle zone contaminate dall’incidente della centrale nucleare di Chernobyl è un ulteriore passo per il miglioramento della qualità della vita, della dignità della persona, un passo verso il sentirsi "normali " e uguali agli altri ragazzi, anche nella quotidianità e negli oggetti che ne regolano il tempo.

Nell’A.R.2010-2011, anno di presidenza di Donato Rosato, il nostro club ha continuato l’impegno verso la sistemazione delle strutture di accoglienza dei bambini della Bielorussia, finanziando il rifacimento dei servizi igienici di un orfanotrofio.

[ritorna all’indice]


adoz

Adozioni a distanza

E’ la continuazione di un service iniziato nell’A.R. 2003/2004, anno di presidenza di Franco Andretta, a favore della missione di Padre Pozzi (don Domenico Pozzi, il più anziano sacerdote della diocesi di Piacenza-Bobbio).

Durante l’A.R.2010-2011 il nostro Club ha contribuito al “mantenimento” di 26 bambini in Africa, con la copertura finanziaria di tutte le spese scolastiche. La copertura finanziaria di questo service è extra-budget, atteso che la spesa viene sostenuta direttamente da alcuni nostri soci.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Alberto Rohr.

[ritorna all’indice]


rgiovani

Progetti Rotary per i giovani

I programmi del Rotary per studenti e giovani cambiano le vite di coloro che partecipano. Attraverso questi programmi, i giovani possono guadagnare borse di studio, viaggi sulla base di scambi culturali o possono aiutare una comunità tramite un progetto di servizio.

Anche il nostro Club aderisce ai progetti Rotary per i giovani, aiutando i ragazzi del nostro territorio a parteciparvi. Se sei interessato, non esitare, contattaci.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Roberto Zatta.

INTERACT – per i ragazzi tra 12 e 18 anni

Interact è un'associazione di club di servizio istituita dal Rotary International per i giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Sebbene ogni club Interact sia sponsorizzato da un Rotary club che fornisce aiuti, consulenza e supervisione, i club Interact si gestiscono da soli e devono essere finanziariamente autosufficienti.  Ogni anno i club Interact devono portare a termine almeno due progetti di servizio, uno dei quali deve avere come obiettivo la diffusione della comprensione e della buona volontà nel mondo. Attraverso questi progetti gli Interactiani sviluppano una rete di amicizie con i club locali e con quelli di altri Paesi.  Attraverso il servire, gli Interactiani capiscono l'importanza di alcuni valori fondamentali, tra cui: a) Lo sviluppo delle capacità di leadership e l'integrità personale; b) L’importanza di aiutare e rispettare gli altri; c) Il senso della responsabilità personale e il valore del lavoro; d) L’importanza di promuovere la comprensione e la buona volontà nel mondo.  Per ulteriori informazioni vedi il sito web dell’Interact.

ROTARACT – per i ragazzi tra 18 e 30 anni

Il Rotaract è un’associazione di giovani fra i 18 e i 30 anni d’età dediti al volontariato. Ogni club Rotaract si appoggia a un’università o alla comunità ed è sponsorizzato dal Rotary club locale; ciò ne fa un vero "partner per il volontariato" e un membro fondamentale della famiglia del Rotary.  Per ulteriori informazioni vedi il sito web del Rotaract.

Il nostro Club ha il piacere di sostenere il Rotaract Club Monza, al quale ti puoi rivolgere direttamente per ulteriori informazioni.

RYLA  (Youth Leadership Awards)

RYLA è il programma rotariano di formazione rivolto a ragazzi di 14 - 18 anni e a giovani dai 19 ai 30 anni, che si prefigge di sviluppare nei giovani le qualità di leadership, il senso di responsabilità civica e la crescita personale: a) imostrando l’interesse del Rotary per le giovani generazioni; b) offrendo un programma efficace di formazione a coloro che abbiano dimostrato una predisposizione alla leadership; c) Incoraggiandoli a svolgere un ruolo di guida tra i loro coetanei; d) Riconoscendo il loro contributo alla comunità.  Per ulteriori informazioni vedi il sito web del RYLA.

Il nostro Club finanzia ogni anno la partecipazione di un giovane del territorio, preferibilmente fra i soci del Rotaract Monza.

Scambio giovani del Rotary

Come studenti dello Scambio giovani del Rotary, avrete la possibilità di vivere fino a un anno presso alcune famiglie ospiti e di frequentare scuola in un Paese diverso dal vostro. Con i programmi dello Scambio giovani del Rotary a breve e lungo termine, entrerete in contatto con un nuovo modo di vivere, imparerete forse persino una nuova lingua, nonché molto di voi stessi. Ricoprirete il ruolo di giovane ambasciatore facendo conoscere alle persone che incontrerete il vostro Paese, la vostra cultura e le vostre idee. Potrete riavvicinare due diverse parti del mondo e creare al tempo stesso buoni rapporti di amicizia.

Per ulteriori informazioni vedi il sito web del Youth Exchange.

Il nostro Club è da sempre stato disponibile alla realizzazione di questo particolare programma arrivando, in alcuni anni, anche a due scambi contemporanei.

[ritorna all’indice]


earga

Eargames

Nell’A.R. 2008/2009 il nostro Club ha deciso di replicare sul territorio un progetto promosso dal Distretto Rotary che consiste nello screening audiologico dei bambini delle scuole dell’infanzia.  Nello specifico, si tratta di effettuare un’analisi dell’ipoacusia in bambini di circa 5 anni di età, tramite l’utilizzo di un sistema informatico multimediale che permette di riconoscere tempestivamente eventuali patologie dell’orecchio medio.

Dopo l’esperienza iniziale sulle scuole di Sovico, nell’A.R. 2009/2010 il service è stato allargato alle scuole di Lissone. I bambini che hanno partecipato allo screening, dall’inizio del progetto all’A.R. 2010/2011 sono stati circa 850. Si ringrazia il Rotaract Monza per la collaborazione nel progetto.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Roberto Zatta.

[ritorna all’indice]


cam

Amici del CAM

Il service consiste nel contributo devoluto all’associazione “Amici del CAM” - Centro Ausiliario per i problemi Minorili Onlus - che nasce come associazione di volontariato nel 1975 su iniziativa del Tribunale per i Minorenni di Milano per svolgere gratuitamente e per soli fini di solidarietà sociale le attività ed i servizi richiesti dal Tribunale minorile, dai Giudici Tutelari e dalle Pubbliche Amministrazioni a favore dei minori in difficoltà.

Il service promosso dal Distretto è stato appoggiato dal nostro Club nell’A.R.2010-2011, durante la Presidenza del socio Donato Rosato.

[ritorna all’indice]


ctrh

Snodo Handicap Monza Centro – Ricercare per fare

Consiste nel supporto economico allo Snodo Handicap Monza Centro che effettua corsi per insegnanti delle scuole del nostro territorio, con l’obbiettivo di approfondire le competenze necessarie ad insegnare ai ragazzi portatori di handicap e facilitarne l’integrazione.

Il service fu pensato nell’A.R.2006-2007, durante la Presidenza del socio Giovanni Maccarini ed il nostro impegno è continuato anche negli anni successivi.

[ritorna all’indice]


pozziafrica

Pozzi in Africa

Nell’anno 2007-2008 sono stati costruiti tre pozzi in memoria dei soci del Club deceduti negli anni precedenti (Mario Zappa, Simonetta Nicosia e Sergio Romeo). Nel 2010 è mancato Valentino Missaglia, secondo presidente del Club, in sua memoria alcuni soci del Club hanno finanziato la costruzione di un pozzo di superficie tramite AMREF, che aveva già costruito i precedenti pozzi in memoria ed un pozzo di profondità nella regione del Kajiado in Kenia nell’anno 2008-2009.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Alberto Rohr.

[ritorna all’indice]


giornataanzia

Giornata dell’anziano

Nella primavera dell’A.R.2009-2010, presso il laghetto di Lissone, si riorganizzò la “Giornata dell’Anziano”, che consisteva in momenti di intrattenimento quali musica, giochi ed altro. La finalità dell’iniziativa, oltre che avvicinare il nostro Club e il Rotary in generale alla comunità locale, è quello di offrire una giornata di evasione dal “grigiore quotidiano” ai nostri anziani ai quali, in verità, ben poche occasioni di svago vengono concesse.

Visto il grande successo riscosso, nell’A.R.2010-2011 il service è stato replicato, riscuotendo ancor più successo.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Francesco Murgia.

[ritorna all’indice]


arm

ARM (Aids Rotary Monza)

Consiste nell’attività informativa e formativa condotta da specialisti presso le scuole superiori del territorio in merito alle problematiche legate all’AIDS, in particolare a favore degli alunni dell’ultimo triennio della Scuola secondaria di II grado e dei genitori ed insegnanti. Il service è nato nell’A.R.2006-2007 in collaborazione con gli altri tre Rotary Club di Monza, l’ospedale Sacco e la onlus Anlaids. Il nostro Club contribuisce devolvendo dei fondi a fronte delle spese di realizzazione.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Giovanni Maccarini.

[ritorna all’indice]


brianzacuore

Brianza per il cuore

Nell’A.R.2010-2011, durante la Presidenza del socio Donato Rosato, il Club ha aderito all’attività di dell’associazione di volontari “Brianza per il cuore” operante da anni sul territorio, attiva nel distribuire defibrillatori alle forze dell’ordine e nei luoghi più frequentati, nell’addestrare a riconoscere la sintomatologia della sofferenza cardiaca e a portare i primi soccorsi a chi ha problemi cardiaci acuti. Questa associazione si avvale di cardiologi dell’Ospedale S. Gerardo, dove ha la sede operativa.

[ritorna all’indice]


chiuseadda

Recupero delle chiuse dell’Adda

Il nostro Club, fin dalla sua costituzione, fa parte del Comitato Chiuse dell’Adda ideato dal R.C. di Vimercate con lo scopo di ripristinare la navigazione dal lago di Como a Milano.

L’obiettivo è ancora lontano, ma alcune tappe significative sono state raggiunte quali il coinvolgimento nel progetto della Regione Lombardia e, per essa, il Parco Adda Nord che, oltre a collaborare nelle manifestazioni di sensibilizzazione, ha realizzato un battello fluviale ecologico per un regolare servizio di navigazione sull’Adda.  Il progetto sarà considerato ai fini del suo inserimento nelle manifestazioni dell’Expo 2015 ed anche l’AERA (Associazione Europea del Rotary per l’Ambiente) sostiene l’iniziativa, così come il Gruppo di Lavoro del nostro Distretto costituito appositamente in funzione di Expo 2015.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Giovanni Bogani.

[ritorna all’indice]


cartadoveri

La Carta dei Doveri Umani

L’obiettivo della Carta dei Doveri Umani, promulgata presso l'Università di Trieste nel 1993 dall’ International Council of Human Duties (ICHD), composto da scienziati di tutto il mondo, di cui è presidente il premio Nobel Rita Levi Montalcini, è identificare gli obblighi che ogni essere umano deve onorare, dando il suo personale contributo in una strategia globale per la salvezza dell'uomo stesso e del pianeta. A questo sono tutti chiamati, ognuno con la sua vocazione e attitudine e competenza.

Tutti sono consapevoli che un progetto, perché non rimanga allo stadio di sogno, ha bisogno di energie "pratiche", di un motore che sappia andare a regime. Questi sono i motivi per cui il Rotary Club Monza Nord Lissone ed il bisettimanale Il Cittadino di Monza e Brianza (con i Rotary Monza, Monza Est, Monza Ovest) in collaborazione con ICHD e con l'Università di Trieste hanno voluto proporre i principi espressi nella Carta dei Doveri Umani al mondo della scuola, dalle materne alle superiori. Lo scopo era di favorire positivi processi educativi e formativi, al fine di orientare gli alunni ad una responsabilità nei confronti della realtà e della vita. Il concetto di dovere deve essere inteso come occasione di maturazione e crescita sia individuale che in favore della collettività

Il Progetto per la scuola dal titolo: FAI UN MONDO NUOVO "GIOCA LA CARTA DEI DOVERI UMANI" previsto per l'anno scolastico 1999/2000 era stato elaborato da un Gruppo di esperti in collaborazione con l'ICHD e con l'Università di Trieste, in collegamento con il Rotary di San Vito al Tagliamento. Il Provveditorato agli Studi di Milano e il Distretto Scolastico 63 di Monza avevano dato la loro approvazione.  Nel settembre 1999, il Rotary Club Monza Nord Lissone aveva organizzato un seminario di studio diretto ad insegnanti di ogni ordine e grado di scuola durante il quale ha lanciato il concorso dall’omonimo titolo, unitamente ad un’indagine conoscitiva.  Durante l’anno scolastico 1999/2000 le classi hanno lavorato relativamente al concetto di dovere e alle diverse tematiche espresse dai dodici punti della Carta.  Il 31 marzo 2000 le scuole hanno consegnato presso il Rotary Club Monza Nord – Lissone i loro prodotti: libri maxi e mini, fascicoli, giornalini, album diversamente illustrati e redatti, videocassette e CD rom, floppy disk, pannelli, plastici, cartelloni, giochi opportunamente studiati e un certo numero di calendari e kit comprensivi di video, fascicoli, giochi, diapositive e/o musicassette.  Nel mese di aprile 2000 sette apposite commissioni hanno selezionato i lavori più significativi da sottoporre alla commissione giudicatrice che ha stabilito i 21 vincitori : 9 classi e 12 scuole, e ha designato per una menzione speciale ulteriori 10 scuole per le iniziative intraprese.

Dati statistici. I ragazzi che hanno discusso e lavorato intorno al dovere e alla Carta dei Doveri Umani sono stati 9.850, così suddivisi: - alunni scuola materna: 1.416 - alunni scuola elementare: 5.805 - alunni scuola media. 1.667 - alunni scuola superiore: 792 (+172).  I ragazzi che hanno aderito all’indagine conoscitiva sono oltre 6.000 della scuola dell’obbligo e 1.828 di scuola superiore.

Grande è il ringraziamento del Rotary Club Monza Nord Lissone alla nostra socia responsabile del progetto Enrica Cazzaniga ed al Presidente di quell’anno, Valentino Missaglia.

Leggi la Carta dei doveri Umani.

pdf

 

 

[ritorna all’indice]


gagliardetto

Rappresentazione teatrale “Truffe agli anziani”

Nell’A.R.2007-2008, durante la Presidenza del socio Alberto Rohr, il Club ha organizzato e finanziato la rappresentazione teatrale “Truffe agli anziani” in Lissone, in un Palazzo Terragni gremitissimo. Con questo service si ha voluto aiutare gli anziani ad evitare di cadere nella trappola dei truffatori che, senza scrupoli, tolgono agli anziani i loro risparmi e la fiducia in loro stessi. La compagnia “Fam, Fum, Frecc e..” ha mirabilmente interpretato le varie situazioni e ha poi offerto una farsa di irresistibile comicità. La Banca Popolare di Monza e Brianza ha sponsorizzato il rinfresco conclusivo, molto gradito da tutti gli intervenuti.

[ritorna all’indice]

Fornitura di 45 radio ricetrasmittenti ai Vigili del Fuoco volontari di Lissone

Nell’A.R.2007-2008, durante la Presidenza del socio Alberto Rohr, in considerazione dell’impegno e dei rischi associati al lavoro di Vigile del Fuoco, il Club ha voluto dotare ognuno dei Vigili del Fuoco volontari di Lissone di una radio ricetrasmittente professionale specificatamente omologata per il loro servizio. In questa fornitura il Club è stato affiancato dal Distretto 2040, dai comuni di Lissone, Vedano al Lambro e Sovico e dalla Kenwood (fornitrice delle radio).

[ritorna all’indice]

Ripristino di divani e poltrone della Casa di Riposo di Lissone

Nell’A.R.2006-2007, durante la presidenza del nostro socio Giovanni Maccarini, sono state rifatte le tappezzerie dei divani e delle poltrone della Casa di Riposo di Lissone, grazie all’impegno del nostro socio Mario Rivolta che ha fornito gran parte di materiale e mano d’opera.

[ritorna all’indice]

Bimbi orfani di guerra in Azerbaijan

Con la collaborazione dell’Associazione “Crescere Insieme”, nell’A.R.2005-2006 il nostro Club ha avviato un progetto pluriennale di supporto psicologico ai bambini orfani di guerra del territorio dell’ Azerbaijan. Il socio che promosse l’iniziativa era stato Achille Conti.

[ritorna all’indice]

Restauro due quadri Chiesa Prepositurale di Lissone e della teca gonfalone Duomo di Monza

A riprova che i Club Rotary sono sensibili alla Cultura e al mantenimento delle opere d’arte, nell’A.R.2004-2005, anno di presidenza del socio Giovanni Bogani, il Club ha finanziato il restauro di due quadri esposti nella Chiesa Prepositurale di Lissone e della teca che racchiude il Gonfalone utilizzato nelle processioni.

[ritorna all’indice]

Restauro oratorio San Carlo in Lissone

Nell’A.R.1999/2000, durante la presidenza del socio Dario Schiantarelli, il nostro Club ha sostenuto il restauro del monumento tardo cinquecentesco dell’oratorio San Carlo in Lissone. Il progetto aveva previsto anche il restauro di due antiche tele illustranti episodi della vita di San Carlo.

[ritorna all’indice]

  

Scuola-Bottega

In collaborazione con il Gruppo Guida di Lissone, il nostro Club, nel A.R.1998/1999, anno di Presidenza di Valentino Missaglia, ha dato realizzazione al progetto Scuola-Bottega, cioè la realizzazione di corsi pomeridiani a favore di ragazzi con particolari disagi economici. Il Club provvedeva a reperire i Maestri di mestiere che fornivano un insegnamento pratico e specifico.

Il progetto è stato sostenuto per alcuni anni e nel primo anno hanno partecipato ben 17 ragazzi.

[ritorna all’indice]

  

Disabilità: sostegno all’Associazione Stefania 

Nell’A.R.1997/1998 il nostro Club ha messo a disposizione dell’Associazione Stefania un fondo al fine del sostegno di progetti a favore dei diversamente abili.

Negli A.R. successivi, la collaborazione con l’A.S.ha permesse l’assunzione di alcune persone diversamente abili anche presso ditte di soci Rotariani.

Il nostro socio di riferimento per il progetto è Massimo Parravicini.

[ritorna all’indice]

  

Reparto di cardiochirurgia - Ospedale S.Gerardo di Monza

Il lancio del reparto di cardiochirurgia presso l’ospedale San Gerardo di Monza è il prodotto della collaborazione fra i vari Rotary Club del Monzese, ma il coordinamento ed il sostegno economico è venuto dal Rotary Club Monza Nord Lissone, nell’A.R.1997/1998, durante la Presidenza di Franco Monguzzi.

[ritorna all’indice]


jasmine2

Jasmine Fund

Jasmine è una vitellina nata nel 1997 nell’azienda agricola di un socio ed è divenuta la mascotte dell’iniziativa di raccolta fondi a sostegno dei progetti di service del nostro Rotary Club.

Contribuire al “Jasmine Fund” è semplice, basta richiedere i pregiati prodotti quali la crescenza, il taleggio e il grana padano crosta nera Bella Lodi.

Per maggiori informazioni o contribuire al fondo, contattaci.

[ritorna all’indice]

loader

banner gero

 

La sede del Rotary Club Monza Nord Lissone è presso:
Sporting Club Monza

V.le Brianza, 39  - 20052 - Monza (MB)
Tel. +39 039 249 6023  | C.F. 94566290154

COOKIE POLICY

 

© 2021 - Tutti i diritti riservati.
web by SOFOS Italia